Associazione di Psicologia Cognitiva e Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l.

L’APC, acronimo dell’Associazione di Psicologia Cognitiva, nasce nel 1992 da una iniziativa di Francesco Mancini, Maurizio Dodet, Antonio Fenelli, Georgianna Gladys Gardner, Mario Antonio Reda e altri soci del “Primo Centro di Terapia Cognitiva”, ai quali si aggiunse, successivamente, Francesca Righi.
Nel corso degli anni l’APC è diventata un punto di riferimento nel panorama nazionale per la formazione degli specialisti in Psicoterapia Cognitiva, avviando alla pratica psicoterapeutica centinaia di psicologi e medici. All’inizio degli anni 2000 il MIUR ha riconosciuto anche la nascente Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l., nota anche con l’acronimo SPC, costituita, nel frattempo, per rispondere all’incremento di richieste di iscrizione. Ciò ha permesso un ampliamento dell’offerta formativa aprendo anche nuove sedi distaccate presso diverse città d’Italia.

La scuola di psicoterapia in dettaglio

Le Scuole di Formazione in Psicoterapia Cognitiva dell’Associazione di Psicologia Cognitiva e della Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l. sono riconosciute dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) per attivare il Corso di Specializzazione in Psicoterapia e offrire ai propri allievi una formazione scientifica, professionale e personale in psicoterapia cognitivo comportamentale, in grado di abilitare all’esercizio dell’attività psicoterapeutica ai Sensi dell’Art. 3 della legge 56/89 (G.U. del 12-03-02, n° 60, Serie Generale).

La psicoterapia cognitiva

Ciò che caratterizza e distingue la psicoterapia cognitiva è la spiegazione dei disturbi emotivi attraverso l’analisi della relazione tra pensieri, emozioni e comportamenti. L’assunto fondamentale, postulato per la prima volta negli anni 60 da Aaron Beck e da Albert Ellis (Beck 1967, Ellis 1962), è che le rappresentazioni mentali del paziente (credenze, pensieri automatici, schemi) permettono, con un minimo d’inferenza, di spiegare il disagio psicologico e il suo perpetrarsi nel tempo.
Le reazioni emotive disfunzionali e il disagio sono frutto di distorsioni contenutistiche e formali di tipo cognitivo: la patologia è frutto di pensieri, schemi e processi disfunzionali. La non modificazione di tali schemi, a dispetto di evidenze contrarie, è spiegato da errori procedurali e contenutistici che ne “prevengono” l’invalidazione e contribuiscono al mantenimento del disturbo. Ciò che permette di spiegare le reazioni emotive e i comportamenti disfunzionali, quindi i disturbi, è il modo di interpretare gli eventi sulla base dei contenuti e dei processi cognitivi dell’individuo.
In quest’ottica la mente è descritta come un sistema di scopi e conoscenze con cui un individuo valuta la propria esperienza e regola le reazioni emotive, l’attività mentale e la condotta (Miceli e Castelfranchi 1999). I sintomi psicopatologici (anche quando appaiono bizzarri e irragionevoli, come per esempio nel caso di ossessioni e compulsioni) sono concettualizzati come l’espressione di attività finalizzate al raggiungimento di un obiettivo, insito nella mente del paziente.
Attualmente studi scientifici e fonti autorevoli quali la American Psychiatric Association (APA) indicano la psicoterapia cognitivo comportamentale quale trattamento di prima linea, da consigliare al paziente come primo ed elettivo intervento, per molti disturbi.

I centri clinici APC e SPC

All’interno delle diverse sedi delle Scuole di Psicoterapia Cognitiva APC e SPC, sparse su tutto il territorio nazionale (Roma, Verona, Ancona, Grosseto, Napoli, Lecce e Reggio Calabria), sono presenti centri clinici in cui esercitano Psichiatri, Psicologi e Psicoterapeuti prevalentemente appartenenti al corpo docente e didattico delle Scuole di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva APC e SPC.
Gli specialisti intervengono applicando unicamente protocolli di trattamento cognitivo-comportamentale di comprovata efficacia, definiti in base all’approccio evidence–based attualmente esistente nel campo della psicoterapia, orientamento che, grazie all’attività di numerosi gruppi di ricerca sparsi in tutto il mondo, ha contribuito a raggiungere un obiettivo importante: costruire una pratica terapeutica fondata sulla verifica empirica dell’efficacia dei trattamenti clinici e sull’utilizzo, nella cura delle diverse patologie, di protocolli di intervento validati scientificamente attraverso la ricerca sperimentale.

La Scuola di Specializzazione in Psicoterapia e l’E.C.M.

In molti Paesi esistono programmi di Educazione Continua in Medicina (E.C.M.), ovvero “l’insieme organizzato e controllato di tutte quelle attività formative, sia teoriche che pratiche, promosse da chiunque lo desideri (si tratti di una Società Scientifica o di una Società professionale, di una Azienda Ospedaliera, o di una Struttura specificamente dedicata alla Formazione in campo sanitario, ecc.), con lo scopo di mantenere elevata ed al passo con i tempi la professionalità degli operatori della Sanità”.
L’Associazione di Psicologia Cognitiva, dall’aprile del 2002, e successivamente la Scuola di Psicoterapia Cognitiva S.r.l. sono entrate nell’elenco degli Enti accreditati e riconosciuti pertanto idonei dal Ministero della Salute in qualità di fornitori di programmi ECM. Oggi le Scuole APC e SPC erogano Corsi, organizzano Master di alto livello e istituiscono Workshop, fornendo crediti ECM il che ha contribuito a formare diverse figure sanitarie, mediche e non mediche, operanti nella Settore della Salute Mentale sia privato che pubblico.

in evidenza
PSICOLOGIA DELLO SPORT
Eventi in evidenza
dic
16
ven
2016
Curare la mente ossessiva: dal modello teorico al caso pratico (corso ECM)
Curare la mente ossessiva: dal m…
dic 16
Curare la mente ossessiva: dal modello teorico al caso pratico (corso ECM) @ CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO | Milano | Lombardia | Italia
CORSO RIVOLTO A SPECIALIZZANDI IN PSICOTERAPIA, PSICOTERAPEUTI E PSICHIATRI  L’obiettivo della giornata è presentare i fondamenti del trattamento cognitivo comportamentale del Disturbo Ossessivo Compulsivo ed [...]

Vedi calendario

Disturbo Ossessivo
Disturbo Ossessivo