Perché si soffre? Il ruolo della non accettazione nella genesi e nel mantenimento della sofferenza emotiva

Mancini, F., Perdighe C., (2012). Perché si soffre? Il ruolo della non accettazione nella genesi e nel mantenimento della sofferenza emotiva. Cognitivismo Clinico 9, 2, 95-115

Abstract:
In questo articolo ci poniamo il problema delle cause prossimali e distali della sofferenza emotiva in una cornice cognitivista. La tesi che sosteniamo è la seguente: la sofferenza può essere concettualizzata come un problema di non accettazione, ovvero di iperinvestimento su uno scopo compromesso o su uno scopo minacciato.
La compromissione di uno scopo personale produce inevitabilmente un qualche grado di disagio emotivo, che nella gran parte dei casi si risolve con l’ottenimento dello scopo, con la sua ridefinizione o con la rinuncia. Ci sono dei casi, però, in cui lo scopo non viene ottenuto né c’è una rinuncia, ovvero non si accetta la compromissione anche quando questa mancata accettazione crei sofferenza.
La non accettazione può essere ricondotta a due ordini di ragioni: l’investimento su uno scopo attiva effetti funzionali che facilitano l’investimento piuttosto che la rinuncia (cicli di autoalimentazione dell’investimento e, dunque, della sofferenza); ci sono fattori, che riguardano la definizione degli scopi e gli standard etici, che creano una vulnerabilità personale alla difficoltà ad accettare la compromissione o minaccia a uno scopo personale.

in evidenza
PSICOLOGIA DELLO SPORT
Eventi in evidenza
dic
16
ven
2016
Curare la mente ossessiva: dal modello teorico al caso pratico (corso ECM)
Curare la mente ossessiva: dal m…
dic 16
Curare la mente ossessiva: dal modello teorico al caso pratico (corso ECM) @ CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO | Milano | Lombardia | Italia
CORSO RIVOLTO A SPECIALIZZANDI IN PSICOTERAPIA, PSICOTERAPEUTI E PSICHIATRI  L’obiettivo della giornata è presentare i fondamenti del trattamento cognitivo comportamentale del Disturbo Ossessivo Compulsivo ed [...]

Vedi calendario

Disturbo Ossessivo
Disturbo Ossessivo