Plasticity of memory in the etiology and EMDR treatment of Post Traumatic Stress Disorder – M. van den Hout (SITCC 2012)

Plasticity of memory in the etiology and EMDR treatment of Post Traumatic Stress Disorder
Marcel van den Hout, Clinical and Experimental Psychologist at Utrecht University, the Netherlands

La riproduzione di un video non influisce sui suoi contenuti e il video rimane identico nella successiva riproduzione. Nel caso della memoria autobiografica avviene diversamente. Le circostanze in cui si presenta un ricordo influiscono sulla ricostruzione della memoria e il richiamo di un ricordo può influire sulla memoria nelle successive occasioni di richiamo. Questo fenomeno risulta rilevante nella comprensione e nel trattamento del Disturbo Post-Traumatico da Stress (DPTS)

La comprensione

Verranno presentati i dati estratti da un campione di soldati olandesi dislocati in Afghanistan e Iraq. I ricordi traumatici non venivano riportati immediatamente dopo il ritorno, ma nei mesi successivi. Questo ritardo nell’emergere di “nuovi” ricordi traumatici si osservava specificatamente nei soldati che avevano sviluppato un DPTS.

Il trattamento

Eye Movement and Desensitization Reprocessing (EMDR) è un trattamento del DPTS molto discusso. Alcune meta-analisi hanno mostrato che è altamente efficace, almeno quanto la Terapia Cognitivo Comportamentale.Come funziona l’EMDR? Abbiamo analizzato sperimentalmente l’EMDR e questo ha portato ad una nuova prospettiva. Secondo la teoria originaria dell’EMDR è cruciale “l’aumento della comunicazione inter-emisferica” data dal movimento oculare orizzontale. Questa assunzione è errata: si osserva lo stesso anche con i movimenti oculari verticali e con altri compiti.
I terapeuti Cognitivo Comportamentali ritengono che l’EMDR sia un vecchio vino contenuto in una bottiglia nuova: ciò che conta è il confronto con il trauma e i movimenti oculari sono considerati superflui. Anche questa assunzione è errata. I “ricordi traumatici” da soli non influiscono sulla memoria, ma i “ricordi traumatici + distrazione” rendono il ricordo meno vivido e meno avversivo.Una serie di esperimenti in laboratorio mostrano come la terapia con l’EMDR sfrutta il fatto che i ricordi diventano “instabili” durante il richiamo. Verranno presentati dati tratti da studi sia sperimentali sia clinici. Verranno, quindi, discusse le implicazioni teoriche e cliniche.

Immagine delle slide dell'interventoSlide dell’intervento

in evidenza
PSICOLOGIA DELLO SPORT
Eventi in evidenza
dic
16
ven
2016
Curare la mente ossessiva: dal modello teorico al caso pratico (corso ECM)
Curare la mente ossessiva: dal m…
dic 16
Curare la mente ossessiva: dal modello teorico al caso pratico (corso ECM) @ CENTRO MEDICO SANTAGOSTINO | Milano | Lombardia | Italia
CORSO RIVOLTO A SPECIALIZZANDI IN PSICOTERAPIA, PSICOTERAPEUTI E PSICHIATRI  L’obiettivo della giornata è presentare i fondamenti del trattamento cognitivo comportamentale del Disturbo Ossessivo Compulsivo ed [...]

Vedi calendario

Disturbo Ossessivo
Disturbo Ossessivo