Fobia sociale

Come si manifesta, le conseguenze e le cause

838
Inoltra questo articolo via email

Come si manifesta

Le persone con Fobia Sociale presentano allarme e disagio in situazioni le più disparate:

  • parlare in pubblico
  • effettuare delle attività sotto lo sguardo altrui (per es. leggere in chiesa o suonare uno strumento musicale; mangiare insieme ad altre persone; firmare un documento davanti a degli osservatori)
  • utilizzare un bagno pubblico
  • conoscere nuove persone
  • esprimere la propria opinione in gruppo
  • prendere la parola in una riunione

In queste situazioni (vissute e/o immaginate) si attivano una serie di timori, sperimentano sintomi (VEDI NELLA SEZIONE SINTOMI) e si ha la tendenza a mettere in atto comportamenti allo scopo minimizzare o eliminare il disagio sperimentato.

Le preoccupazioni che le persone con fobia sociale sperimentano fanno riferimento al temere che:

  • le loro prestazioni o azioni appariranno agli occhi degli altri inadeguate e/o ridicole.
  • la loro ansia sarà evidente per il fatto che gli potrebbe capitare di sudare, arrossire, vomitare a causa della tensione, tremare o parlare con voce flebile e incerta e che tutti si accorgeranno di ciò e li osserveranno e giudicheranno.
  • potrebbero perdere il filo del discorso e non ricordare più nulla di ciò che avevano da dire o che non riusciranno a trovare le parole per esprimersi.
  • potrebbero apparire come una persona debole di carattere, eccessivamente dipendente dal giudizio degli altri, disposta alla sottomissione;

La persona si impegna sistematicamente ad evitare le brutte figure (non dare segni di vergogna).

I comportamenti maggiormente messi in atto, in modo più o meno marcato sono:

  • l’evitamento di situazioni, comportamenti, luoghi, contesti, persone che possono elicitare le situazioni temute.
  • tentativi di minimizzare e/o nascondere il proprio disagio e la propria ansia (comportamenti protettivi), al fine di non apparire inadeguati (riuscendoci peraltro spesso solo parzialmente o per niente).

 

Le conseguenze del disturbo

La Fobia Sociale comporta ansia e disagio stabili.

In particolare un’ansia anticipatoria elevata nel caso ci sia un evento temuto imminente rispetto al quale si teme di fare “una figuraccia” (esami, riunioni importante, appuntamenti, ecc.) o forte ansia e disagio nel caso che dalla situazione sia impossibile sottrarsi.

Evitare alcune situazioni temute può dare conseguenze negative in ambito sia lavorativo che sociale.

Inoltre le persone con Fobia Sociale possono avere difficoltà ad instaurare nuove conoscenze sia intime che più superficiali e difficoltà nelle situazioni di gruppo.

Tutto ciò può causare isolamento e conseguente rabbia e depressione secondaria.

Le cause

Alcune persone sono timide per temperamento e mostrano propensione alla vergogna molto precocemente da bambini, mentre altre possono vivere le prime esperienze di ansia sociale durante la pubertà.

Spesso i contesti nei quali si vivono le prime esperienze di ansia sociale sono la scuola e altri contesti aggregativi strutturati (ambiente sportivo, oratorio, ecc.) o più informali (gruppo di pari, comitive, ecc.), contesti nei quali ci si sente sottoposti alla valutazione degli adulti significativi e/o dei pari.

A partire quindi dal proprio temperamento, da questi episodi di ansia, dalle “figuracce” vissute, può innescarsi un timore più ampio di varie situazioni sociali e un evitamento progressivo delle situazioni temute, che possono portare poi allo sviluppo di una più strutturata e più o meno generalizzata fobia sociale.

Cos’è? Quali sono i sintomi? Cura e trattamento: come guarire?

CONDIVIDI