Narcisismo patologico: cosa è e come si manifesta

76
Inoltra questo articolo via email

Oggi il termine “narcisismo” è simbolo di vanità ed eccesso di amor proprio, ma questa caratteristica comune a tutte le persone può essere sia normale sia patologica. In questo secondo caso i terapeuti parlano di “Disturbo Narcisistico di Personalità”. Vediamo meglio cosa è il narcisismo patologico.

L’origine del termine narcisismo e il narcisismo patologico

La parola narcisismo deriva dal mito di Narciso, che si consuma per l’amore verso se stesso e tale parola è oggi sinonimo di vanità ed eccesso di amor proprio, che si manifesta sia come narcisismo normale, sia come narcisismo patologico.

Si definisce narcisista chi possiede caratteristiche specifiche come assertività, individualismo, buona autostima e ambizione, mentre mancano le accezioni negative. Tipiche del narcisismo patologico sono, ad esempio, la mancanza di empatia, il disprezzo, l’invidia e lo sfruttamento di altre persone.

Analizzando le caratteristiche del narcisismo come patologia, i terapeuti concordano sulla presenza di alcune caratteristiche generali: manca l’interesse per il mondo e le persone, non si riescono a costruire relazioni interpersonali, si presenta un egocentrismo smisurato con un bisogno smodato di riconoscimenti.

Si possono, inoltre, distinguere più sottotipi del narcisismo patologico:

  • Sottotipo grandioso: genera sentimenti di superiorità e disprezzo per gli altri e si manifesta con un comportamento arrogante e incurante degli altri;
  • Sottotipo fragile: dominano i sentimenti di vergogna e senso di umiliazione, estrema vigilanza sul giudizio degli altri e ritiro da ogni situazione che possa portare a un giudizio negativo.

Sintomi del narcisismo patologico

Tra i sintomi del narcisismo patologico ricordiamo ogni atteggiamento e comportamento che comporta un senso di grandiosità, un desiderio continuo di ammirazione e una mancanza di empatia. La situazione patologica si manifesta dalla prima età adulta e si diagnostica se sono presenti almeno 5 standard comportamentali tra i 9 qui riportati:

  • Grandiosa importanza personale
  • Fantasie di successo illimitato, bellezza o amore idilliaco;
  • Pensiero di essere unico, straordinario ed eccezionale e che ci si deve relazionare solo con persone importanti e di ceto sociale elevato;
  • Desiderio di essere ammirati sempre;
  • Sensazione di aver diritto a tutto e che i propri desideri e aspettative debbano sempre essere soddisfatti;
  • Comportamento interpersonale oppressivo
  • Mancanza di empatia

Si tratta di un disturbo particolarmente diffuso nei maschi, con un 18% di individui che soffrono di narcisismo patologico rispetto al 6% delle donne.

Le cause del narcisismo patologico

Il disturbo narcisistico di personalità è causato da diverse condizioni, tra cui i fattori ambientali ed ereditari. Tra i fattori ambientali si crede che lo sviluppo del narcisismo patologico derivi da genitori che credono nella superiorità del narcisista e premiano solo le caratteristiche che assicurano il successo.

Per altri alla base di questa patologia c’è un ambiente famigliare che non sa insegnare al bambino a regolare le sue emozioni, autostima e desideri. Si tratta di un contesto disfunzionale e porta l’individuo a credere di poter fare a meno degli altri e contare solo su se stesso.

Allo stesso modo, il bambino che cresce in un ambiente iperprotettivo non ha fiducia in sé e anche un ambiente troppo indulgente comunica al bambino l’idea di essere superiore agli altri. In altri casi un bambino può rispondere a offese e umiliazioni sviluppando un alto senso di sé.

Conseguenze del narcisismo patologico

Le persone che soffrono di disturbo narcisistico di personalità ossia i narcisisti patologici sono considerati spesso più felici degli altri nella società. Si tratta, infatti, di soggetti altamente razionali, auto valorizzanti e impulsivi che non imparano dagli errori passati, ed entrano in discussioni legali e disciplinari.

Tali meccanismi sono le cause di adattamenti disfunzionali che nel tempo portano a problemi sul posto di lavoro, in famiglia, nella scuola causando disturbi nelle relazioni di genere o sulla disoccupazione.

Come si cura il narcisismo patologico

Chi soffre di narcisismo patologico tende ad essere attratto da persone di classe sociale elevata con desiderio di ammirazione e instaura relazioni affettive di breve durata, perché sempre alla ricerca di qualcosa di meglio. Solitamente mostrano una natura spietata e rabbia nelle relazioni amorose e sentimentali.

La migliore cura per questa patologia è la psicoterapia individuale, in particolare a psicoterapia psicoanalitica e la psicoterapia cognitivo comportamentale. Si possono usare anche terapie familiari, di gruppo o di coppia e il narcisismo patologico si affianca a depressione, ansia e disturbi d’amore.

Se ritieni di avere bisogno di aiuto o anche solo per un consulto puoi rivolgerti agli psicoterapeuti della nostra associazione.

Trova un terapeuta

CONDIVIDI