Psicoterapia cognitiva dell’infanzia e dell’adolescenza. Nuovi sviluppi.

93
Inoltra questo articolo via email

Anno: 2016
Autore: Lorenza Isola, Giuseppe Romano, Francesco Mancini (a cura di)
Casa Editrice: Franco Angeli

 

Abstract:
L’approccio cognitivista descrive la mente come un sistema di scopi e conoscenze che regolano sia le reazioni emotive, sia l’attività mentale, sia la condotta individuale. Così, anche i sintomi psicopatologici, nella maggior parte dei casi, possono essere considerati espressione di attività finalizzate al raggiungimento di un obiettivo, insito nella mente del paziente, al pari di qualsiasi altra attività.
Il manuale riunisce i contributi di psicoterapeuti che da anni si occupano di psicopatologia infantile e utilizzano l’approccio cognitivo comportamentale nella formulazione del caso e nella pianificazione dell’intervento. Nel comprendere cosa possa chiarire la natura di sintomi e comportamenti disfunzionali, gli autori considerano anche eventuali spiegazioni legate all’espressione di un danno neurale o alla conseguenza di un deficit cognitivo e fondano il proprio intervento su alcuni punti salienti: la consapevolezza che le difficoltà psicopatologiche dell’infanzia e dell’adolescenza debbano essere inquadrate in una prospettiva temporale comprendente la fase di sviluppo che il soggetto sta attraversando e il percorso evolutivo del processo psicopatologico; l’importanza dell’individuazione dei meccanismi di mantenimento ovvero di quei processi ricorsivi di aggravamento e di cronicizzazione della sofferenza psicopatologica; la rilevanza che assumono, nella definizione dei disturbi mentali, le esperienze di attaccamento e la storia di vita del soggetto, elementi utili a comprendere i fattori di vulnerabilità individuale; il coinvolgimento dei genitori nel processo terapeutico e l’importanza dell’intervento su più setting contemporaneamente.

vai alla scheda del libro
CONDIVIDI