Psicoterapia Cognitiva dell’Infanzia e dell’Adolescenza

232
Inoltra questo articolo via email

Anno: 2007
Autore: Isola L., Mancini F. (Ed.)
Casa Editrice: Franco Angeli

Abstract: Punto di riferimento fondamentale per studenti e terapeuti, questo nuova edizione – quasi integralmente rieditata – del manuale sulla psicoterapia dell’infanzia e dell’adolescenza si fonda su alcuni punti salienti.
– la convinzione che le difficoltà psicopatologiche dell’infanzia e dell’adolescenza debbano essere inquadrate in una prospettiva temporale che tenga cioè in massima considerazione sia la fase dello sviluppo in cui si trova il paziente, sia l’evoluzione del processo psicopatologico;
– l’idea che il meccanismo patologico sia regolato da meccanismi ricorsivi sia interpersonali, sia intrapersonali.

I primi coinvolgono innanzitutto il paziente e le figure d’attaccamento ma anche la famiglia allargata, i coetanei e, in generale, il sistema scuola. I secondi legano in una spirale viziosa stati mentali, capacità cognitive, stati emotivo-affettivi, condotte e atteggiamenti.
Il risultato di tali meccanismi è il rafforzamento, l’aggravamento e l’ampliamento delle funzioni cognitive;
– l’importanza attribuita alle esperienze di attaccamento, alle emozioni e, in generale, a come il paziente e le persone intorno a lui interpretano, valutano e gestiscono i momenti di sofferenza, le difficoltà del paziente stesso e le sue richieste d’aiuto. Si è cercato, nella parte clinica, di mantenere le classificazioni del DSM IV e di seguire uno schema analogo per tutti i disturbi con notizie di ordine generale, fattori di rischio, disfunzioni cognitive, meccanismi ricorsivi, modalità di assessment, strategia e tecniche di intervento. Nella scelta degli interventi, ci si è attenuti il più possibile ai protocolli che risultano di comprovata efficacia.

Scheda del Libro

CONDIVIDI